Astianatte – POESIA

 

Astianatte, gerundio

slabbrato che reggi

le trame, dimmi

 

la parola che schiuderà il mondo

all’epifania delle cose, l’esatta

misura del verso in cui tutto

tornerà carogna tra i denti

dell’angelo. E pregando,

 

pregando addestra le schiere

che mi renderanno l’altrove

promesso, che sole

sapranno il mio ultimo nome.

 

Astianatte, incendia

lo scudo che ti accolse quale

corpo, poiché corpo

fosti, e nient’altro che erede:

 

dalle mura per le mura che saranno,

ogni discendenza è ridere

o sputare alla radice.

 

 

Foto di Alfonsa Cirrincione